Terzo Tempo partecipa al progetto, sostenuto dal MIUR, Staffette emotive insieme ad AICS e all’Istituto Comprensivo Statale G. Cena.  All’interno delle azioni previste dal progetto, le classi seconde e terze della scuola secondaria di primo grado Martiri del Martinetto sono state coinvolte nel laboratorio HeavenVsHell, condotto della psicologa Dott.ssa Maria Vittoria Rosso. Durante un primo momento di discussione sull’idea di benessere e stili di vita sani e corretti, ogni ragazzo/a ha potuto esprimere il suo pensiero. Sono emersi diversi concetti che spaziano dallo “stare insieme agli amici al parco e ad ascoltare la musica” al “cercare di circondarsi di persone non false e cercare di far stare bene chi si ha intorno”. Al termine del confronto si è passati al vivo del laboratorio, il gioco HeavenVSHell, realizzato dalla cooperativa Terzo Tempo Educazione Cultura e Sport, con la classe 3^F (anno 2016/2017) del Liceo Berti di Torino attraverso un percorso di Alternanza Scuola-Lavoro. Il gioco da tavolo è dedicato interamente agli adolescenti dai 14 anni in su e prende spunto dalla grande opera di Dante Alighieri La Divina Commedia e nasce dalle riflessioni, dall’impegno e dalla creatività di un gruppo di ragazzi coordinato da educatori e psicologi della cooperativa stessa. 

Il gioco è stato uno strumento importante, usato per stimolare un confronto e una discussione su quelli che sono gli stili di vita degli adolescenti di oggi, sulle varie problematiche che possono incontrare e su quei comportamenti a rischio che possono deviarli nel loro percorso di crescita. 

Il progetto ha riscontrato un buon successo ed ha raggiunto gli obiettivi prefissati, cioè di poter affrontare in modo interessante e divertente ma allo stesso tempo serio, quei grandi temi che riguardano l’età giovanile. All’interno del gioco vengono, infatti, trattati argomenti rilevanti per l’adolescente: la sessualità, il rapporto con il proprio corpo, l’uso di droghe, l’utilizzo di internet, il rapporto con le figure adulte e coetanei, l’esperienza scolastica.

L’ultimo momento del laboratorio è stato dedicato alla discussione di alcune domande che hanno suscitato dubbi su alcuni temi proposti dal gioco. Ogni classe, in base alle domande trovate, si è concentrata, in questo ultimo momento su due o tre argomenti, spesso collegati tra loro, facendo nascere una discussione, anche animata, tra i vari componenti della classe, dalla quale sono uscite considerazioni e pensieri interessanti. In altre classi non vi sono state discussioni vive ma riflessioni e spiegazioni su alcune scelte, anche legate alla quotidianità, che si possono fare o su possibili comportamenti da adottare. 

Tuttavia si possono individuare alcuni temi comuni alle classi legati alla figura dell’adulto e su come sia difficile condividere le proprie difficoltà con esso, che sia un genitore o una persona esterna alla famiglia. Tale problema nasce dal fatto che l’adulto non è visto come un confidente, un amico, e quindi non capirebbe le problematiche, le scelte e le relazioni che un adolescente sta affrontando e vivendo. Sono emerse anche problematiche su atteggiamenti di compagni di classe, di cui professori erano all’oscuro.

Se vuoi saperne di più sul gioco Heaven vs Hell clicca qui