Video pillola lancio del tema CASA a cura della nostra psicoterapeuta Giorgia Bartolini

Perché abbiamo pensato di partire dal tema casa?

Perché da più di un mese a questa parte, lo slogan “Io resto a casa” è quello che maggiormente sentiamo ripetere intorno a noi.

è diventato un mantra o una formula magica che tutti ripetiamo e ci ripetiamo forse per responsabilizzarci e sentire di appartenere ad una comunità coesa orientata ad un obiettivo comune.

In questi giorni siamo infatti tutti tenuti a rimanere a casa per tutelare la salute di chi è potenzialmente più a rischio e più fragile.

Non potevamo quindi non partire da qui con il nostro progetto.

Ma cosa significa il termine casa? e che cosa può rappresentare?

Il concetto di casa, dal punto di vista psicologico, ha un significato più completo e complesso, che non si ferma alla descrizione dell’edificio fisico, ma assume valenze emotive, relazionali e identitarie.

Per l’uomo ha il significato di trovare il proprio posto nel mondo.

In questo periodo di quarantena è identificato come luogo sicuro, al riparo dalle contaminazioni del virus, un luogo che protegge dal mondo esterno e ci accoglie.

La casa é quello spazio che sentiamo ci rappresenta, che si prende cura di noi e di cui prendersi cura, ne curiamo l’aspetto, l’esteriorità e oggi la mostriamo al mondo, tramite foto e video sui social.

Ma essa non è solo uno spazio fisico, è anche luogo dell’anima, simbolo di noi, della nostra storia, dei nostri legami e dei significati che diamo loro.

È qualcosa che ricorda l’infanzia, qualcosa da cui si parte, non a caso è l’oggetto rappresentato dai primi disegni infantili, e che ci porta verso il futuro, verso qualcosa a cui si tende , esempio la casa dei sogni, “la casa che vorrei”.

Talvolta quindi casa non è il luogo in cui si vive fisicamente, ma è uno spazio che può esser rappresentato da un oggetto, da una relazione, dal gatto, dal cane.. un qualcosa a cui sentiamo di appartenere e che ci rappresenta, ci fa sentire “al sicuro”.

Queste sono alcune delle riflessioni da cui siamo partite per decidere di proporre tale tema.


La parola ai ragazzi

Questa settimana abbiamo chiesto ai ragazzi, attraverso le nostre pagine social, di raccontarci che significato ha per loro il termine CASA e di condividere con noi e con i loro coetanei come stanno vivendo questo momento di clausura forzata.

Ecco cosa ci hanno risposto:

Gabriele S. invece condivide con noi il link della canzone di una giovane cantautrice italiana, che ha scritto una canzone proprio dal titolo “Casa” sottolineando una frase che lo colpisce particolarmente “Casa viaggio, casa libertà, casa involucro di tutte le mie età” 

Dalle loro parole, canzoni e immagini emerge che casa è tante cose, un luogo che abitiamo, un angolo che amiamo, una vista o una prospettiva che ricerchiamo.

Kickathome, la nostra risposta conclusiva