Author

terzotempo

Aria, Psicologia

Gruppo di parola sul lutto in adolescenza

Nuovo avvio nel mese di novembre del gruppo LEGAMI CONTINUI.

Legami Continui è un gruppo di parola rivolto a ragazzi e ragazze fra i 14 e i 21 anni che stanno vivendo un lutto per la perdita di una persona cara. L’obiettivo del gruppo è creare uno spazio sicuro di confronto fra coetanei, permettendo l’espressione di vissuti ed emozioni a volte difficili da esternare in altri contesti e favorendo la possibilità di trovare le risorse per affrontare il proprio percorso di vita.

 

Dove?

ARIA – Centro d’ascolto per adolescenti e giovani

Via Giolitti 40b, Torino

Quando?

Da novembre 2019 il Lunedì pomeriggio dalle 15.30 alle 17.00

 

Per partecipare:
Invia una e-mail all’indirizzo aria@comune.torino.it

oppure telefona al numero 011 8126637

 

Conducono:
Dott.ssa Maria Vittoria Rosso, psicologa specializzanda in psicoterapia

Dott. Luca Corbetta, psicologo e psicoterapeuta

Aria, Psicologia

Nutrirsi bene è un dovere, mangiare bene è un piacere

Abbi cura del tuo corpo, è l’unico posto in cui devi vivere.
(Jim Rohn)

23 ottobre 2019

h. 18.00-19.30

Spazi Reali – C.so San Maurizio, 4 Torino

Quinto incontro del ciclo di seminari di approfondimento promossi dal Centro d’Ascolto Aria dal titolo: “NUTRIRSI BENE è UN DOVERE, MANGIARE BENE è UN PIACERE” condotto dalla Dott.ssa Sara Vengus (Cooperativa TerraMia).

Durante il seminario si affronteranno temi quali le abitudini alimentari e la sana alimentazione, a partire dai concetti di stile di vita e consumo consapevole. Un approfondimento particolare sarà dedicato al legame imprescindibile tra cibo ed emozioni, esplorando vissuti, ricordi e stati d’animo che da sempre legano ciascun individuo e la propria storia personale, famigliare e sociale al cibo.

L’incontro è libero e gratuito, ma è gradita una pre-iscrizione inviando una mail all’indirizzo aria@comune.torino.it

Adolescenti e giovani, Educazione

Paint your spazi!

Il Progetto ARIA presenta “PAINT YOUR SPAZI”, un contest di murales rivolto a ragazzi e ragazze tra i 14 e i 21 anni.

Questo concorso nasce dal desiderio di coinvolgere i giovani contribuendo alla costruzione di luoghi ad essi dedicati. I temi a cui ispirarsi per la realizzazione degli elaborati artistici sono: le pari opportunità, l’inclusione, il benessere, la partecipazione, l’amicizia, l’ambiente, l’accoglienza.

Le 4 opere vincitrici verranno realizzate nelle sedi operative di Spazi ReAli in Corso San Maurizio 4 e del Centro d’Ascolto in via Giolitti 41 bis a Torino.

Gli elaborati verranno valutati da una giuria che è composta da esperti e da un voto popolare.

Le quattro proposte più pertinenti verranno eseguite sui muri interni delle sedi sopracitate e saranno premiate durante l’evento pubblico di inaugurazione.

Il materiale necessario verrà fornito da Progetto ARIA. In palio buoni d’acquisto per materiale artistico per i 4 vincitori/trici.



SCADENZA

Tutte le proposte dovranno pervenire entro le 18:00 del 19 ottobre 2019.

Per partecipare invia la documentazione richiesta a spazireali@comune.torino.it

Per info scrivi a spazireali@comune.torino.it, chiama allo 01101166704 oppure passa a trovarci in Corso San Maurizio 4 a Torino.


Scarica il regolamento alla pagina http://www.arianetwork.net/2019/09/19/contest-paint-your-spazi/

Adolescenti e giovani, Educazione

Scroll!

Il Bando metropolitano “Scroll! Come ti apro la città” è arrivato alla fase conclusiva.

Gli artisti selezionati e i relativi progetti sono:

Hicham Ou-rdane:  progetto“Torino sospesa”
Fabrizio Scanu:
progetto “Il primo cittadino”
Gabriele Sava:
progetto “Intervento urbano”
Fabiana Innocente:
progetto “Canzone per Barriera”
Angela Campanella:
progetto “XYZ”

Gruppo Tairanumi composto da: Gabriele SavaMargherita Fantini, Joe e Sara Saccotelli: progetto “Luoghi comuni”

 

Le produzioni artistico-culturali e creative, realizzate sull’area di Barriera di Milano, raccontano visioni, luoghi e temi della città.

I   vincitori, selezionati da una giuria di esperti, nei mesi tra aprile e settembre hanno intrapreso un percorso formativo guidati da tutor specializzati che hanno fornito loro specifiche competenze tecniche e artistiche attraverso metodologie interdisciplinari di insegnamento.   

Nella fase conclusiva del progetto, sono previsti quattro eventi di presentazione ed esposizione delle opere artistiche:

–      28 settembre: mercato di piazza Foroni dalle ore 11.30 presentazione dei progetti a cura del gruppo Tairanumi, coordinati dal tutor Marco Rezoagli;

–      29 settembre: El Barrio, strada Cuorgnè 81 dalle ore 17.30 presentazione del progetto fotografico di Hicham Ou-rdane e del gioco di società di Fabrizio Scanu, coordinati dal tutor Eugenio Tibaldi;

–      3 ottobre: Cecchi Point, via Cecchi 17 dalle ore 17.30 performance artistiche e musicali di Fabiana Innocente e Angela Campanella, coordinate dal tutor Filippo Berta;

–      9 ottobre: museo Ettore Fico, via Cigna 114 evento finale con dj set.

“Sono molto contento che il mio Assessorato sia stato coinvolto in questo progetto – ha affermato l’assessore alle Politiche Giovanili Marco Giusta -. Per noi è davvero importante che all’interno di questo bando ci sia stata una grande collaborazione di tutti i centri di protagonismo giovanile che ci hanno consentito di ampliare il messaggio e di raggiungere i giovani proprio nei loro centri di aggregazione. Con questo progetto siamo riusciti a costruire una serie di iniziative con tante persone di diverse culture, religioni e lingue che ci hanno restituito immagini inedite della città”.

Il progetto, realizzato da Museo Ettore Fico e Fondazione Contrada Torino Onlus, in collaborazione con la Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per la Città Metropolitana di Torino, la Città di Torino, Divisione Decentramento, Giovani e Servizi – Progetto Torino Creativa, Terzo Tempo Educazione Cultura e Sport Società Cooperativa Sociale Onlus e l’Istituto di Istruzione Superiore Bodoni Paravia, aveva come obiettivo la promozione  e l’inclusione culturale dei giovani tra i 15 e i 29 anni non occupati, non laureati, non impegnati in attività di studio continuative o tirocini formativi.

 

EVENTI FACEBOOK

28 SETTEMBRE https://www.facebook.com/events/428319604456522/

29 SETTEMBRE https://www.facebook.com/events/790426694735553/

3 OTTOBRE https://www.facebook.com/events/1406313332857086/

 
Adolescenti e giovani, Educazione

Settimana dell’arte e dello sport a Spazi ReAli!

È tempo di fare a Spazi ReAli!

Dal 21 al 28 settembre alcune delle organizzazioni affiliate AICS Torino, partner di Terzo Tempo all’interno del progetto ARIA, presenteranno le proprie attività in palinsesto e proporranno lezioni di prova gratuite a ragazze e ragazzi tra i 14 e i 29 anni.

Consulta il calendario e prenota l’attività che più ti piace!

Danza, disegno, nuoto subacqueo sono alcune delle proposte, tutte gratuite.

Che aspetti, non perder tempo, prenota! Ti aspettiamo.

Info e prenotazioni:

01101166704 / spazireali@comune.torino.it

Le Associazioni

  • AMECE: associazione di promozione sociale che si occupa di iniziative di carattere socio-educativo e collabora con numerose associazioni del territorio torinese. Offre attività di doposcuola, animazione, formazione, sportive ed artistiche, finalizzate all’integrazione e alla socializzazione di minori.
  • FREE DIVERS ITALY: associazione di Torino che si occupa di attività subacquea. Propone corsi di sub di diversi livelli di difficoltà: Inoltre organizza esercitazioni pratiche in mare aperto, in Liguria e in altre zone marittime.
  • IPSY HAMSA: associazione di promozione sociale attiva nella pratica dello yoga come metodo si ricerca personale e sostengo alla salute e all’equilibrio psicofisico, nelle diverse fasi della vita. L’attività proposta ha come obiettivo l’ascolto del corpo e la pratica del guardare in profondità la mente e gli stati d’animo che da essa nascono. Sono previste lezioni di prova e prezzi agevolati per ragazzi/e e studenti fino a 25 anni.
  • ORIALCON : associazione culturale che si dedica ad attività relative a fumetti, a giochi a modellismo, ricerche archeologiche e scienze naturali.
  • PICCOLO CIGNO: associazione di Torino specializzata in ginnastica ritmica e danza.
  • + SPORT8: associazione del quartiere di San Salvario che si occupa di diverse discipline sportive, come calcio, pallavolo, basket, danza e di attività artistiche con corsi di teatro
Innovazione sociale

Le resource rooms sono ultimate!

Una criticità di molte scuole pubbliche italiane riguarda gli spazi poco accoglienti rivolti agli studenti.

Con il progetto BES (BEST EXPERIENCE SCHOOL) abbiamo pensato e allestito all’interno di alcune scuole medie torinesi le resourse rooms per rendere lo spazio adatto non soltanto ad accogliere specifiche esigenze di singoli alunni, ma anche per permettere lo svolgimento in contemporanea di differenti attività che favoriscano momenti di socializzazione e scambio.

Le resourse rooms sono uno spazio innovativo di apprendimento in piccolo gruppo, ma anche di accoglienza, gioco, relax e defaticamento, nei momenti in cui l’alunno sente la necessità di staccarsi dalla confusione del gruppo classe e riposare.

 
Aria, Psicologia

Il transgenerazionale nelle dinamiche familiari

25 settembre 2019

h. 18.00-19.30

Spazi Reali – C.so San Maurizio, 4 Torino

Quarto appuntamento del ciclo di seminari di approfondimento promossi dal Centro d’Ascolto Aria dal titolo: “IL TRANSGENERAZIONALE  NELLE DINAMICHE FAMIGLIARI” co-condotto da Filomena SCIAUDONE e Rita VERZARI (AreaG Onlus) .

L’incontro rivolto a genitori e professionisti del settore intende significare il valore e l’incidenza del transgenerazionale nelle relazioni con noi stessi, con la nostra coppia e con i nostri figli.

Le colleghe di AreaG condivideranno con i partecipanti alcune riflessioni emerse dal lavoro con le famiglie nel corso degli anni.

 

L’incontro è libero e gratuito, ma è gradita una pre-iscrizione inviando una mail all’indirizzo aria@comune.torino.it

Innovazione sociale

Un pomeriggio in famiglia

... a Spazio FamigliE!

Spazio10, lo spazio giochi di Mirafiori sud, in via Negarville 8/28, è uno spazio 0/100: tutti sono i benvenuti, dai più piccoli agli anziani.

Spazio10 è una casa, una casa grande, con tante stanze. Quando arrivano, tutti, piccoli e grandi, si tolgono le scarpe. E poi via, a giocare! Si possono cucinare degli ottimi pranzetti per le bambole o per la mamma, o diventare dei piloti di formula uno giocando con le macchinine o degli ingegneri costruendo puzzle. C’è poi la stanza morbida “dei grandi”, piena di cuscini colorati di tutte le forme e dimensioni, per far finta di essere in una fitta foresta o su una nave pirata. E quando vogliamo essere artisti, ci spostiamo nella stanza creativa, dove mamma e bimbo colorano, costruiscono, incollano e tagliano insieme. Infine, quando si ha voglia di coccole, si va nella stanza morbida dei piccoli, dove ci sono dei peluches giganti da usare come cuscini o come amici a cui dare tanti baci.

E, per concludere, come in ogni casa che si rispetti, c’è la cucina. La cucina di Spazio10 è enorme e meravigliosa. Qui i bimbi mangiano la merenda con il cibo portato a turno dalle mamme e i grandi preparano la caffettiera. Non è sempre lo stesso grande a occuparsene: a volte è l’educatore, ma a volte è una mamma o una nonna. E, come per magia, insieme all’aroma di caffè, nella stanza si diffondono parole. Parole di mamme che si confrontano sulla scuola materna, o sull’ultima bolletta della luce. Parole di papà che esprimono la loro preoccupazione sul fatto che il proprio bambino non ha ancora tolto il pannolino e non ha nessuna intenzione di usare il water. Parole di conforto di mamme che raccontano la loro esperienza e aiutano così altri genitori. Pian piano i bambini finiscono la merenda e tornano a giocare. In cucina rimangono solo una mamma e l’educatore. Ora che sono soli, la signora può finalmente sfogarsi ed esternare la sua preoccupazione per la figlia che non riesce a inserirsi all’asilo nido serenamente. La mamma guarda l’educatore in cerca di conforto. Come le tante altre sono le mamme che vengono a Spazio Famiglie in cerca di parole di conforto e di condivisione. Penso a Daniela, giovane madre di 4 figli, che quando inizia a frequentare Spazio10 è incinta al quinto mese di gravidanza. Daniela viene tutti i giorni con 3 figlie, anche se il dottore le ha detto di stare a casa a riposo. Ma come può esserci riposo nella sua situazione? allora lei viene a Spazio10, e noi educatori facciamo a turno per non farla alzare, per seguire i suoi bimbi con una maggiore attenzione, per offrirle un bicchiere d’acqua. Cerchiamo di creare una situazione protetta per lei e le sue figlie, aiutando così tutto il nucleo famigliare. Ci prendiamo cura di lei affinchè lei si possa prendere cura dei suoi bambini. Parliamo della paura del cesareo, della preoccupazione per il dopo. Daniela frequenta Spazio10 fino a 4 giorni prima di partorire; la settimana dopo viene a trovarci con la sua bambina che ha 6 giorni di vita.

E poi ci sono i genitori che non parlano, che paiono sereni nel rapporto con il proprio figlio, ma che a volte  nascondono dietro il silenzio una preoccupazione profonda. Con loro è il nostro lavoro più importante e delicato: prenderci cura della relazione madre/bimbo attraverso il gioco e l’esempio, sostenendo ora l’uno e ora l’altro.

Quando arriva l’ora di salutarsi, dopo aver ritirato insieme i giochi, volano nell’aria baci dati con la manina, coccole, numeri di telefono scambiati tra genitori… Ciao bimbi, alla prossima! E grazie…

Aria, Psicologia

Diverso da chi? I giovani e la diversità, tra razzismi, omofobie e handifobie

12 maggio 2019

h. 18.00-19.30

Spazi Reali – C.so San Maurizio, 4 Torino

Terzo appunatmento del ciclo di seminari di approfondimento promossi dal Centro d’Ascolto Aria dal titolo: “DIVERSO DA CHI? I GIOVANI E LA DIVERSITà, TRA RAZZISMI, OMOFOBIE E HANDIFOBIE” co-condotto da Luca Nave, Roberto Lala, Maddalena Bisollo e Enrico Infantili (Federazione delle Malattie Rare Infantili) .

Spesso non è facile per i giovani entrare in relazione con la complessità della realtà e con l’incertezza provocata dall’incontro con le differenze. La diversità spesso inquieta, spaventa ed è vissuta come una minaccia. Nascono così pregiudizi, conflitti e bullismi che impediscono un confronto aperto, sano e perché no “curioso” nei confronti di chi sembra non rispecchiare la “normalità”.

 

In questo seminario cercheremo di offrire un panorama delle differenze che i giovani oggi incontrano sulla propria strada, tracciando una via possibile per scongiurare l’odio e i comportamenti aggressivi nei confronti di chi è portatore di diversa cultura ed etnia, di diverso genere o orientamento sessuale o di disabilità, in direzione di un dialogo aperto e sereno con gli altri.

L’incontro è libero e gratuito, ma è gradita una pre-iscrizione inviando una mail all’indirizzo aria@comune.torino.it

 

Ecco il video del seminario per chi se lo fosse perso

Cultura, Seminari e convegni

Le parole per dirlo

22 maggio 2019

h. 18.00-19.30

Spazi Reali – C.so San Maurizio, 4 Torino

Secondo incontro del ciclo di seminari di approfondimento promossi dal Centro d’Ascolto Aria dal titolo: “LE PAROLE PER DIRLO” co-condotto dalla Dott.ssa Giorgia Bartolini (Cooperativa Terzo Tempo) e dal Dott. Pier Luigi Gallucci (Coordinamento Torino Pride).

Durante l’adolescenza, l’affettività e la sessualità vengono esplorate e vissute, amate e temute al tempo stesso. Dai giovani così come dagli adulti intorno a loro. Spesso davanti ai ragazzi e ai loro racconti -o silenzi- sul sesso ci attiviamo, scoprendo così parti di noi. Alcune storie riusciamo a comprenderle e accoglierle, altre possono essere più difficili da affrontare.

Il seminario sarà occasione per esplorare i temi della sessualità in ragazzi e ragazze, su cui possiamo trovarci disorientati e senza parole. Insieme si esploreranno nuovi modi di ascoltare e parlare con loro di questi argomenti.

L’incontro è libero e gratuito, ma è gradita una pre-iscrizione inviando una mail all’indirizzo aria@comune.torino.it

Ecco l’intervista ai relatori